Anna Guarino-Anorexia nervosa!

:)EN:   As I told you in the previous articles, I am creating a chain against psychological and alimentary illnesses. Today I am going to publish the first story,which will be very strong both to write and to read. I met Anna when I was ricovered , and we became great friends because she is very kind; I noticed her immediately because in ber eyes there was a sadness I had never seen before. She suffers of restrictive nervous anorexia , she did not eat and then vomit, but she suffers of it since she was 15, and she now is 33, so she could not live half of her life normally.

ANNA:

”I got ill when I was 15,why? Because a friend of mine was thinner than me -I weighed 48 kg- and she had a great success among boys, so I wanted to be like her. I started loosing weigh more and more and a sort of strange mechanism started working in my mind: I started weighing myself more than ones a day, controlling the quantity of calories and I could not stop, I always wanted to be thinner, and I saw myself fat even when I had only 38 kg. I had many recovery in seventeen years and I arrived to weigh 33 kg. With that weigh I felt good,I was thin but I continued seeing myself fat. I had many good and bad periods alternated,periods when I felt very bad or quite well,when my weigh was more stable, but always inferior to 40 kg. This illness is like a sort of monster, it tells me not to listen to the hunger but that I have to get thinner. Now I weigh 38,.5 kg and I am admit again, I had already been admit in april and march and when they dismissed me I weighed 41 kg. When I went home I started eating fewer again,arriving at 38 kg. I miss my 33 kg and I know it is bad, but my mind does not want to help me. Thinking that in the recovery I will have to take weight makes me going mad but I will have to accept it because anorexia is a continuous fight and I was defeated too many times: now I want to win. To those who are reading I want to say that you have to be strong and fight with all the stregths to defeat the beast that is divoring us. It is very important to be helped by doctors specialized in this field.  It is almost impossible to get safe alone. I suggest you to ask for help when you notice the first manifestation such as the fier for food, fast or weight loss, because as soon you intervene it, as fast you can do something to get better.”

EN: A person who suffers of nervous anorexia has a relevant loss of weight, an intense fear to fatten even if underweight, an alteration in the way of living the weight. The size and the body shapes. When you suffer from nervous anorexia you have an intense fear to fatten, so if you have these symptoms go to your doctor and talk about it with your parents and closer friends. You have to be kinder with your body because very often it is the first step to start feeling comfortable and love yourselves. You are great warriors, you just have to realize it, fight against this illness even if it will be hurt, so as to be happy with yourselves.

IT:  Come vi avevo detto nei vecchi articoli, sto creando una catena contro le malattie psicologiche&alimentari, oggi pubblicherò la prima storia, che è molto dura da scrivere e anche da leggere. Ho conosciuto Anna quando sono stata ricoverata , è nata un’amicizia sin dall’inizio perché lei è molto buona come persona, e l’ho notata subito, perché aveva una tristezza negli occhi che non avevo mai visto prima. Lei soffre di anoressia nervosa restrittiva il che significa che lei non si abbuffava per poi vomitare, ne soffre ormai da 18 anni, ha iniziato la storia dell’anoressia a 15 anni e ora ne ha 33, quindi metà della sua vita non l’ha potuta vivere come si deve.

Anna:

‘ Mi sono ammalata all’età di 15 anni , perché tutto questo? Perché avevo un’amica più magra di me -pesavo 48 kg- che riscuoteva molto successo con i ragazzi così mi sono messa in testa di voler essere come lei. Ho iniziato a dimagrire sempre più ed in me si sono innescati in me tutta una serie di meccanismi: pesarmi più volte al giorno, controllare le calorie e non riuscivo a fermarmi, arrivavo ad un peso e volevo essere sempre meno, e m vedevo enorme anche a 38 kg. Ho fatto diversi ricoveri nel corso dei 17 anni e sono arrivata a pesare 33 kg, e io con quei kg mi sentivo bene, ero magra ma continuavo a vedermi troppo in carne. Ho avuto alti e bassi, fasi della malattia molto acute, alternate a periodi dove stavo bene e il mio peso si stabiliva, ma ero sempre sotto i 40 kg. Questa malattia è una bestia che non mi abbandona mai e mi dice di non ascoltare la fame e dimagrire sempre di più. Ora peso 38 kg e mezzo e mi ritrovo ricoverata di nuovo, lo sono già stata da aprile a maggio e quando mi hanno dimessa pesavo 41 kg.  Arrivata a casa ho ripreso a mangiare poco e voler dimagrire nuovamente arrivando di nuovo a 38 kg, a me mancano tanto i miei 33 kg e sò che è un male ma la mia testa non vuole aiutarmi. Il pensiero che nella clinica mi faranno ingrassare mi fa impazzire ma dovrò accettarlo perché l’anoressia è una lotta continua e io sono stata battuta troppe volte da lei, però questa volta voglio vincere io. Alle persone che stano leggendo voglio dire che bisogna essere forti e lottare con tutte le forze per riuscire a sconfiggere la bestia che ci sta mangiando. E’ importantissimo farsi aiutare da un personale esperto in disturbi alimentari. Da soli è impossibile salvo pochi casi. Suggerirei inoltre di chiedere aiuto quando notate i primi sintomi come, la paura del cibo, digiuni e dimagrimenti troppo veloci, perché prima si interviene meglio è perché si può uscire se scoperto all’inizio e con tanta forza di volontà.”

IT:  Una persona che soffre di anoressia nervosa ha una perdita di peso rilevante, paura intensa di ingrassare anche essendo sottopeso, alterazione nel modo di vivere il peso, la taglia e le forme corporee. Quando si soffre di anoressia nervosa si ha una paura matta di mettere su peso di conseguenza se vi ritrovate con i sintomi qui sopra, andate dal vostro medico di fiducia e fatevi aiutare, ditelo ai famigliari e ai vostri amici. Dovete mostrare gentilezza per il vostro corpo perché spesso è il primo passo per amarsi. Siete dei guerrieri e dovete soltanto rendervi conto, lottate contro questa malattia vi farà impazzire ma dovete farcela per poter essere felici con voi stesse.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s